A proposito di TAI

La disciplina insegnata oggi sotto il nome di Aikido si è evoluta verso [la pratica sportiva] e non corrisponde più esattamente all'arte creata da o sensei Morihei Ueshiba. [TAI] e ITAF sono due associazioni complementari che non accettano questa evoluzione, e che uniscono i loro sforzi per dare allo studente l'informazione ([TAI]) e la struttura (ITAF) necessarie per lavorare il più vicino possibile alla [realtà definita da O Sensei Morihei Ueshiba], fondatore dell'aikido.

Il prossimo seminario di Philippe Voarino: Domenica, 9 Aprile, 2017, Aikido Gasshuku 2017, Antibes, France

Les commentaires sont à votre disposition pour discuter autour des thèmes abordés dans les articles. C'est le cadre que vous devez respecter quand vous publiez un message afin qu'il soit approuvé et publié sur le site.

Cosa e’ l’Aikido Tradizionale?


L’[Aikido non è uno sport], è un’arte marziale le cui leggi (takemusu) sono in armonia con le leggi dell’universo. Lo studio di queste leggi permette all’uomo di comprendere il suo posto nel mondo. [L’Aikido è nato a Iwama], in questo paesino O Sensei ha realizzato la sintesi di jutsu, aiki ken e aiki jo.

Dove praticare l’Aikido Tradizionale?


La Federazione Internazionale di Aikido Takemusu (ITAF) fornisce al praticante la struttura necessaria per lavorare più vicino possible alla realtà definita da O Sensei Morihei Ueshiba. Le sedi ufficiali dell’Associazione operanti a livello nazionale mantengono e trasmettono fedelmente l’insegnamento lasciato dal Fondatore.

Le armi di l’Aikido, l’aiki ken e l’aiki jo


Nell’[Aikido moderno le armi sono trascurate], se non del tutto ignorate. Nell’Aikido di O Sensei invece aiki ken, aiki jo e tai jutsu si uniscono in modo da formare riai – una famiglia delle tecniche armonizzate basate su un unico principio. Ogni singola tecnica aiuta a comprendere le altre.

Aikido arte marziale o l’arte della pace?


La pace è l’equilibrio dell’essere umano con il mondo che lo circonda. [L’obiettivo della vera arte marziale] non è diventare più forte dell’avversario ma quello di trovare nell’avversario un mezzo per raggiungere armonia: allora non esiste più il nemico come tale ma esiste colui che dà la possibilità di raggiungere il ki unificato.

http://www.aikidotakemusu.org/it
Copyright TAI (Takemusu Aikido Intercontinental)